Granfondo Internazionale Gavia e Mortirolo 2017, una sfida epica

Una gara dedicata agli scalatori con due salite che hanno scritto pagine epiche della storia del Giro d’Italia

Il Passo del Gavia e quello del Mortirolo hanno contribuito a scrivere pagine epiche nella storia del Giro d’Italia. Una trentina d’anni fa, nel 1988, la neve si abbatté sui corridori sul Gavia e fu la discesa di questo passo a decidere le sorti della Corsa rosa che andò per la prima volta a un italiano. Il Mortirolo, una delle salite più dure d’Europa, fu invece teatro dell’epifania ciclistica di Marco Pantani.

La Granfondo Internazionale Gavia e Mortirolo 2017, inserita in alcuni importanti circuiti come il Prestigio e la Coppa Lombardia, propone questi due totem del ciclismo d’alta quota su tre distinti percorsi: la granfondo da 175 km prevede Gavia, Mortirolo e Santa Cristina e un dislivello complessivo di 4500 metri, la mediofondo si disputa sulla distanza di 155 km con Gavia e Mortirolo e un dislivello di 3600 metri, la prova di fondo è lunga 85 km con un dislivello di 1850 metri e ha Mortirolo e Santa Cristina nel proprio menu.

L’appuntamento con la Granfondo Internazionale Gavia e Mortirolo è per domenica 25 giugno 2017 all’Aprica (So).

La quota di partecipazione è di 50 euro fino al 21 giugno (25 euro per i disabili) e di 60 euro nei giorni del 24 e del 25 giugno (30 euro per i disabili).

Per informazioni e iscrizioni si può consultare il sito Granfondo Internazionale Gavia e Mortirolo.

I Video di Blogo