Unhcr, barca con 50 persone a bordo si ribalta al largo della Libia

L’allarme è stato lanciato dall’Unhcr, che ha perso contatto con la barca ieri sera alle 22:22

Una barca con oltre 50 persone a bordo si è ribaltata a largo delle coste della Libia“. Questo è l’allarme lanciato dall’Unhcr via twitter, che ha aggiunto che “i soccorritori sono in arrivo e l’Unhcr ed i partners sono pronti a dare assistenza umanitaria e medica dopo lo sbarco“.

L’allarme diffuso dall’Unhcr era stato anticipato ieri sera da Alarm Phone, che aveva anche aggiunto di aver immediatamente allertato le autorità di Libia, Italia e Malta senza trovare risposte: “Siamo stati contatti da un barca in pericolo con circa 56 persone a bordo, partita dalla #Libia giorni fa. Abbiamo informato le autorità in #Libia, #Italia e #Malta ma nessuno ha lanciato un soccorso. I naufraghi temono di morire e chiedono aiuto! Abbiamo perso contatto con la barca alle 22.22. Tutte le autorità sono state allertate di continuo ma non reagiscono, e per quanto ne sappiamo non hanno mandato alcun soccorso“.

Questa mattina la richiesta di aiuto era stata rilanciata sempre da Alarm Phone: “Non sappiamo se le 56 persone possano sopravvivere un’altra notte in mare. Non lasciatele annegare! Durante la notte non siamo riusciti a parlare con le 56 persone in pericolo. La cosiddetta guardia costiera libica e le autorità Europee stanno ignorando le nostre richieste di salvataggio. Questa è omissione di soccorso“.

E ancora: “Le persone a bordo dicono che stanno imbarcando acqua e che varie persone, inclusi bambini sono andate fuoribordo. Temiamo che ci siano delle fatalità. Cos’altro deve succedere affinché le autorità si prendano responsabilità per la situazione?“.

Ultime notizie su Immigrazione

Tutto su Immigrazione →