Zingaretti: “Gravissimo dividere il Pd, chi lo fa si prenda la responsabilità”

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti contro le ipotesi di scissione dem: “Dividersi è un gravissimo errore che l’Italia non capirebbe”


Il segretario del Pd Nicola Zingaretti tuona contro le ipotesi di scissione dei dem che circolano ormai sempre più insistenti: “Dividersi è un gravissimo errore che l’Italia non capirebbe. Poi chiunque si prenderà le sue responsabilità”.

Oggi anche il ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini ha detto che non crede, o meglio non vuole credere, alla scissione che porterebbe il nome di Matteo Renzi. Secondo alcune indiscrezioni l’ex segretario-premier sarebbe ormai pronto a dare vita a due gruppi parlamentari autonomi nei quali potrebbero confluire anche esponenti forzisti, delusi da Berlusconi.

Zingaretti ha commentato l’ipotesi di scissione oggi alla Festa dell’Unità di Torino: “Mi auguro che non ci sia perché un Pd unito serve alla democrazia italiana e alla stabilità del governo”. Poi a proposito dell’alleanza con Luigi Di maio il segretario dice: “Col M5S non siamo diventati amici, siamo ex avversari”.

Renzi per ora non parla, non chiarisce le sue intenzioni, rinviando tutto alla Leopolda 2019 (dal 18 al 20 ottobre): “Le chiacchiere stanno a zero. Di politica nazionale parleremo alla Leopolda e sarò chiaro come mai in passato. La priorità adesso è Firenze” ha detto al Corriere fiorentino l’ex presidente del Consiglio, regista dell’operazione politica che ha portato alla nascita del governo Pd-M5S in cui nessun toscano è presente, come hanno sottolineato in polemica l’ex ministra Maria Elena Boschi, il sindaco di Firenze Dario Nardella e la segretaria regionale del Pd Simona Bonafè, la quale ha parlato esplicitamente di purga anti Renzi.