Sandro Ruotolo risponde a Gad Lerner: “Io voglio il bene della sinistra. Non capisco scandalo”

Il giornalista che fino a qualche giorno fa ha collaborato con Santoro replica alle critiche del collega.

Le elezioni politiche 2013 per il momento sembrano particolarmente interessanti per i giornalisti, al punto che alcuni di essi hanno deciso di gareggiarvi. Dopo Corradino Mineo (Pd), Mario Sechi (Con Monti per l’Italia), Oscar Giannino (Fare per fermare il declino), Massimo Mucchetti e Rosaria Capacchione (entrambi Pd), alla lunga lista si aggiunge Sandro Ruotolo, in lista in Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia (dell’elenco potrebbe far parte anche Paola Ferrari, che, secondo Il fatto quotidiano, si candiderà nel Pdl e forse anche Emilio Fede).
Nelle scorse ore un collega di Ruotolo gli aveva posto una domanda, tramite Twitter. Era stato Gad Lerner:

A Sandro Ruotolo che si candida con Ingroia vorrei chiedere che gusto si prova a ostacolare per l’ennesima volta la vittoria della sinistra.

La risposta è arrivata in un’intervista rilasciata a Il fatto quotidiano. Ecco le parole dell’ex collaboratore di Santoro:

Veramente io penso solo al bene della sinistra (…) se il centrosinistra perde che colpe ne hanno gli altri?
(…) Non sono né salito né sceso. Mi sono impegnato, come ho fatto tutta la vita da cittadino.

Il giornalista campano ha poi aggiunto, tirando in ballo anche Nicole Minetti:

Non capisco dove sia lo scandalo. Abbiamo visto igieniste dentali fare politica, in questo caso lo spirito è molto diverso. Quella da perseguire è la buona politica, indipendentemente da chi la fa.