Autonomia, Ministro per il Sud Provenzano: proposte di Veneto e Lombardia spaccano l’Italia

Il ministro per il Sud Provenzano: abbiamo il dovere di realizzare un’autonomia giusta, non di spaccare il paese

Il neo ministro per il Sud Peppe Provenzano, mette le carte in tavola sull’autonomia richiesta dalle regioni del Nord, in particolare Lombardia e Veneto. Intervenuto stamattina a Circo Massimo su Radio Capital Provenzano ha detto: “Noi abbiamo il dovere di realizzare un’autonomia giusta: il rischio delle proposte di Veneto e Lombardia è quello di spaccare il paese“.

Secondo il ministro per il Mezzogiorno: “Noi dobbiamo capire se aggravare la situazione che esiste o se vogliamo invertirla gli sprechi vanno combattuti, ma ai costi e ai fabbisogni standard bisogna affiancare i livelli essenziali delle prestazioni. Non voglio ripartire da zero o cestinare il lavoro che è stato fatto ma è necessario integrare e modificare quelle proposte”.

Provenzano replica così a Zaia e Fontana, governatori leghisti rispettivamente di Veneto e Lombardia secondo cui il nuovo governo non può bloccare l’autonomia. Il secondo ha minacciato che in quel caso la Lombardia procederà con una legge regionale sulla scuola.

Chi è il nuovo ministro per il Sud

Peppe Provenzano, 37 anni, zingarettiano, fa parte della direzione nazionale del PD. Responsabile dem delle politiche del lavoro, è originario della provincia di Caltanissetta. Dottore di ricerca alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e vicepresidente dello Svimez, l’associazione che si occupa di sviluppo economico del Mezzogiorno, è stato consulente ministeriale e all’assessorato all’Economia della regione Sicilia prima di essere nominato ministro nel Conte bis.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →