Sei Nazioni 2013: Scozia, si va verso l’interim

Dopo le dimissioni di Andy Robinson ancora incertezza sul futuro tecnico degli Highlanders.

Un allenatore a tempo, giusto per il prossimo Sei Nazioni, poi si vedrà. E’ questa l’idea più concreta nella mente dei dirigenti scozzesi dopo le dimissioni di Andy Robinson. Troppo poco tempo per ricostruire tutto da zero, con il Sei Nazioni già alle porte.

“Abbiamo già ricevuto un buon numero di curricula – dice il CEO scozzese Mark Dodson –. Guardiamo in Scozia, ma anche oltreoceano, per trovare il miglior candidato che porti la Scozia alla prossima Rugby World Cup. Ma il Sei Nazioni è alle porte e visti i tempi, stiamo valutando un’opzione ad interim, così da non affrettare la scelta”.

Il nome che si fa con più insistenza è quello di Scott Johnson, anche se c’è chi parla anche di Massimo Cuttitta, attuale tecnico dell’attacco scozzese. Ad interim, come fu Stuart Lancaster un anno fa in Inghilterra. E sappiamo tutti come andò a finire. Capiterà anche questa volta?

Photo credits by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+