Pizze guaste: ruggine e muffa, Nas sigillano azienda

Le pizze erano destinate a una ditta lombarda, i prodotti congelati venivano tenuti in un container nel parcheggio.

Pavimenti sporchi e rotti in più punti, pareti scrostate, muffe e macchie di umidità sugli intonaci, tubazioni cosparse di ruggine: in queste condizioni lavorava un’azienda della provincia di Urbino, che produceva pane e pizze, oltre a prodotti surgelati. 

I Nas di Ancona hanno posto i sigilli all’azienda e sequestrato 10 tonnellate di alimenti, tra cui 55mila pizze, destinate a essere commercializzate nel Nord Italia. Oltre ai sigilli alla struttura, al titolare è stata comminata una multa salatissima. 

Come se non bastassero i locali, assolutamente inadeguati per la conservazione di prodotti alimentari, l’azienda utilizzava un container (abusivo), posto nel piazzale esterno adibito a parcheggio, per i prodotti congelati. 

I carabinieri hanno dunque sequestrato 2,5 tonnellate di materie prime (tra cui oltre una tonnellata di farina, 600 kg di olio di semi e diversi quintali di margarina), 55mila confezioni di pizze di vario tipo (al pomodoro e alle olive), focacce e pane surgelati (per un peso di 8 tonnellate), destinati a una ditta lombarda. Oltre aessere conservati in strutture non idonee, gli alimenti erano privi di documentazione per la rintracciabilità.

LINK UTILI:

New York: la pizza diventa motivo di guerra tra mafie

Pizza anticasta: a Napoli costa 100 euro per deputati e senatori

Apre il museo della pizza a Philadelphia

Bolle di sapone Genova: maxi sequestro per batterio killer.

Pasqua 2012 Italia: alimenti contraffatti, cosa hanno trovato i Nas.

Natale 2011: 50 tonnellate di pesce sequestrato.