Londra: “togliete i Mondiali 2018 alla Russia”

Il sottosegretario allo sport britannico, Damian Collins, chiede l’intervento della Fifa dopo la bufera doping che ha travolto la Russia

Il ciclone doping che ha travolto la Russia potrebbe allargarsi anche al calcio. Il sottosegretario allo sport britannico, Damian Collins, ha chiesto ufficialmente l’intervento della Fifa: “Lo sport russo è privo dei minimi requisiti di credibilità per organizzare grandi eventi sportivi”, ragion per cui l’organizzazione dei prossimi mondiali di calcio dovrebbe essere revocata e riassegnata.

A pesare come un macigno sullo sport russo è il report McLaren che avrebbe portato alla luce un vero e proprio sistema di doping di Stato, con il coinvolgimento di ben 1000 atleti. Sono in tutto 30 gli sport coinvolti, a conferma – secondo il sottosegretario britannico – che le ombre potrebbero allungarsi anche al calcio. A livello di immagine si tratta di un gravissimo danno per la Russia che ora potrebbe addirittura perdere l’organizzazione della rassegna calcistica mondiale:
“La Fifa dovrà osservare attentamente l’organizzazione dei mondiali. Come potrà la Russia garantire al resto del mondo quei minimi requisiti di credibilità nei controlli anti-doping durante i mondiali?”, ha evidenziato Collins. L’impressone è che presto questo tipo di osservazioni potrebbero essere avanzate anche da altri Paesi creando un vero e proprio coro.

I Video di Blogo