Renzi contro Salvini e Johnson: “Le istituzioni sono una cosa seria”

Matteo Renzi esulta su Twitter all’indomani del via libera alla formazione del nuovo governo giallorosso, ne ha anche per Salvini e Johnson

Matteo Renzi lancia strali all’indomani del voto degli attivisti 5 Stelle su Rousseau che hanno sostanzialmente dato il via libera alla formazione del governo Conte bis. L’ex presidente del Consiglio è stato uno dei registi dell’operazione, venendo allo scoperto all’indomani della caduta dell’esecutivo gialloverde e pur ammettendo le difficoltà personali ad accettare un accordo con il partito di Luigi Di Maio. Messe da parte le tensioni con i “grillini”, Renzi ha così indirizzato tutte le proprie energie contro Matteo Salvini.

Stamane, il primo tweet dell’ex rottamatore è indirizzato ad esempio alla politica dei “porti chiusi”. “L’Italia è bellezza, non odio. L’Italia è valore, sentimento, accoglienza, non paura. L’Italia – insiste Renzi su Twitter – cambia i governi ma non cambierà mai il proprio DNA. Noi siamo l’Italia che non ha paura”.

Renzi: “Parlamenti 2 – Populisti 0”

Pochi minuti dopo, inoltre, Renzi è tornato alla carica dei populismi accomunando i destini del britannico Boris Johnson e quello di Matteo Salvini. “Uk e Italia dimostrano in queste ore che le Istituzioni sono una cosa seria, più forti di Boris Johnson e di Salvini. Parlamenti 2 – Populisti 0”, l’esultanza su Twitter del senatore PD.