Alemanno scrive a Papa Francesco e lo invita al Campidoglio

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, mentre si prepara a gestire questa delicata domenica, ha scritto una lettera a Papa Francesco in cui, tra l’altro, lo invita in Campidoglio.

Ecco, di seguito, il testo della lettera:

Santo Padre

Le scrivo ancora con la gioia nel cuore per la Sua elezione a Vescovo di Roma, Pastore della Chiesa Universale. Come moltissimi cittadini di Roma e del mondo ero in Piazza San Pietro mercoledì sera, in trepidante attesa per il Suo primo saluto.

Roma ha con il successore di Pietro un privilegiato rapporto di amore filiale e ne è ricambiata dalla paterna cura del Papa, come hanno testimoniato le parole semplici ma vibranti di forza spirituale che Ella ha pronunciato rivolgendosi in special modo alla Sua diocesi.

La nostra Città ha una forte tradizione di accoglienza e di solidarietà ma la crisi, non solo economica, comincia a disseminare segni di disagio e difficoltà. Roma, dopo il congedo commosso dal Papa Emerito Benedetto XVI, guarda al Suo nuovo Vescovo con animo colmo di speranza. Personalmente, come Sindaco di Roma, mi dispongo in spirito di piena collaborazione con la Sua Alta Missione Pastorale, con il vivo proposito di ascoltare i disagi, di sostenere le fragilità e di indicare speranze. Roma sarà migliore se i cittadini e quanti la visitano potranno incontrare qui, non solo la bellezza dei luoghi e la ricchezza culturale, ma anche la serenità che viene da una forte spiritualità.

Santità, desidero rivolgerLe i più sinceri, profondi e affettuosi sentimenti augurali miei personali, dell’intera Amministrazione Capitolina e di tutti i Cittadini romani.

Noi tutti ci auguriamo di poterLa accogliere, Santità, quando Ella vorrà, in Campidoglio, per iniziare la Sua visita alla nostra straordinaria Città, la Sua Città.

Grazie Santità! Roma e tutti i romani La accolgono con gioia.

Con filiale devozione,
Giovanni Alemanno