Reggio Calabria: Nezha Belakhdar uccisa a coltellate da due vicini di casa

Lite condominiale finita in tragedia nel rione Marconi a Reggio Calabria. Nezha Belakhdar, cittadina marocchina di 50 anni, è stata uccisa a coltellate la notte scorsa, intorno all’1, da due vicini di casa al termine di un’accesa discussione per motivi ancora da chiarire.I carabinieri sono stati allertati per un principio di incendio nel garage di

Lite condominiale finita in tragedia nel rione Marconi a Reggio Calabria. Nezha Belakhdar, cittadina marocchina di 50 anni, è stata uccisa a coltellate la notte scorsa, intorno all’1, da due vicini di casa al termine di un’accesa discussione per motivi ancora da chiarire.

I carabinieri sono stati allertati per un principio di incendio nel garage di proprietà di Nezha Belakhdar, ma proprio mentre i militari stavano arrivando sul posto è avvenuta la tragedia: Bruna Navella, 45 anni, e suo nipote Attilio Oliva, 28 anni, hanno iniziato ad accusare la donna di aver dato fuoco ad alcuni mobili e nel delirio generale il giovane ha afferrato un coltello e aggredito la vicina.

Due colpi all’altezza delle spalle, poi un terzo, quello risultato fatale, dritto al cuore. La donna è deceduta all’istante, mentre i militari, ormai giunti sul posto, non hanno potuto far altro che constatare la morte e arrestare i due vicini di casa.

La lite, secondo una prima ricostruzione dei militari, sarebbe stata motivata da pregressi dissidi e il principio di incendio sarebbe stato soltanto la causa scatenante della furia omicida. I due parenti, in attesa che vengano chiarite le singole responsabilità, sono finiti in manette, mentre si attendono i risultati dell’esame autoptico disposto dal pm Annalisa Arena.

Foto © TM News