Sondaggi politici: la Lega perde il 3%, il M5S guadagna quasi il 4%, per il PD +2%

Quasi la metà degli italiani è assolutamente indecisa.

In piena crisi di governo Tecnè ha volto un sondaggio per verificare le intenzioni di voto in questa complicatissima fase e il quadro è quello di una Lega sempre primo partito, ma in calo di consensi, mentre il M5S, che era messo malissimo, si riprende e continua a risalire anche il PD. Tuttavia, il dato più importante di tutti è un altro: ben il 48,3% degli intervistati, ossia, in proiezione, quasi la metà degli elettori, si è detto incerto o si è astenuto. Questo significa che i sondaggi sono sì importanti, ma con una percentuale di indecisi così alta non bisogna dare per scontato assolutamente nulla. A eventuali elezioni potrebbe succedere di tutto e ci si potrebbe ritrovare in una situazione incerta tanto quanto lo è ora, almeno finché non si cambia legge elettorale.

Ma vediamo i dati dei singoli partiti:
– la Lega passa dal 34,3% delle europee a, 31,3%
– il M5S sale dal 17,1% al 20,8%
– il PD sale dal 22,7% al 24,6%
– Forza Italia scende dall’8,8% all’8,3%
– Fratelli d’Italia passa dal 6,5% al 6,7%
– +Europa scende dal 3,1% al 2,5%
– Europa verde scende dal 2,3% all’1,8%
– La Sinistra scende dall’1,7% all’1,4%

Per quanto riguarda la posizione degli italiani sulla crisi di governo, le opinioni raccolte da Tecnè si dividono in questo modo:
– per il 50% è stato giusto aprire la crisi
– secondo il 22% sarebbe stato meglio approvare prima la legge di bilancio
– per il 16% si sarebbe dovuta aprire a giugno o comunque dopo le elezioni europee
– per il 12% bisognava aprirla dopo il no del M5S alla Tav
– per il 38% il governo giallo verde sarebbe dovuto arrivare a fine legislatura
– il 12% non sa o non risponde

Come uscire dalla crisi? Per il 65% degli intervistati da Tecnè la soluzione migliore è tornare al voto.

Vediamo ora come la pensano gli elettori della Lega:
– l’83% pensa che Salvini abbia fatto bene ad aprire la crisi
– il 62% vorrebbe tornare a votare a ottobre/novembre
– il 24% preferirebbe aspettare l’approvazione della legge di bilancio e votare tra febbraio e marzo 2020
– il 5% vorrebbe un nuovo governo con Lega e M5S

Gli elettori del MoVimento 5 Stelle la pensano così:
– il 47% vorrebbe tornare a votare
– ma solo il 12% vuole le elezioni subito
– il 35% preferisce approvare prima la legge di bilancio
– il 18% sarebbe d’accordo con un governo con M5S, PD, LeU e +Europa
– l’8% sarebbe d’accordo con un nuovo governo M5S-Lega

E infine gli elettori del PD:
– il 69% vuole tornare a votare
– il 24% vuole votare subito
– il 45% preferisce aspettare l’approvazione della legge di bilancio
– il 22% ritiene che la soluzione migliore sia un governo PD-M5S
– il 5% sarebbe favorevole ad allargare la coalizione di governo anche a Forza Italia.

I Video di Blogo