Salvini: “Non mi dimetto. Nessuna soddisfazione ai compagni”

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini è pronto a fare un passo indietro sulla crisi di governo e, in attesa del discorso di Giuseppe Conte, conferma di non volersi dimettere.

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro e dimettersi dopo aver aperto la crisi di governo e invocato per giorni il ritorno al voto. E anche oggi, dopo che il Movimento 5 Stelle ha ufficialmente chiuso le porte al leader della Lega, Salvini non sembra pronto ad accettare la realtà.

Ormai sempre più convinto di essere il difensore dell’Italia e dei suoi confini, Salvini l’ha ribadito anche durante la sua partecipazione odierna al Festival della Versilia a Marina di Pietrasanta (Lucca): “Le mie dimissioni? Non do la soddisfazione a compagni di lasciare il ministero dell’Interno. Difenderò l’Italia e i suoi confini con le unghie e con i denti“.

Dopo aver promosso la mozione di sfiducia nei confronti del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed averlo attaccato più volte pubblicamente, oggi Salvini sembra pronto a ricucire i rapporti:

Come andrà martedì? Voglio ascoltare le parole del presidente del Consiglio, senza pregiudizi. Certo se il mood è quello delle scorse settimane, allora la via maestra è chiara. In questi giorni abbiamo un rapporto epistolare, ma è ancora il mio presidente del Consiglio. Magari martedì mi stupisce. Se mi dice applichiamo la flat tax domattina.

Martedì Giuseppe Conte terrà l’ampiamente annunciato discorso al Senato e lo stesso giorno si voterà proprio la mozione di sfiducia nei suoi confronti presentata dalla Lega. Sarà quello il giorno della verità per il governo gialloverde e ne è ben consapevole anche Matteo Salvini, che nelle ultime ore pare aver abbassato i toni.

La posizione di Matteo Salvini resta comunque chiara: “La via maestra sarebbe il voto, invece siamo in mano a una trentina di renziani. Senatori di un pezzo del Pd che sanno benissimo che se andiamo a votare non li voterebbe nessuno. Ho fatto venire a galla in questi giorni che per qualcuno la poltrona vale seimila volte di più della democrazia“.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →