Castel Volturno: scoperto ospizio lager abusivo

Il blitz è stato messo a segno questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Mondragone, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Caserta.

di remar

Dopo Calvizzano (Napoli) Castel Volturno (Caserta): un altro ospizio lager è stato scoperto dai carabinieri ma questa volta la struttura era addirittura abusiva. Nell’ospizio in condizioni sanitarie e igieniche più che precarie, e senza riscaldamenti, erano ospitati 18 anziani. Tra i degenti ci sarebbero state anche persone affette da gravi patologie psichiche. La struttura, che era gestita da una coppia di coniugi le cui responsabilità sono al vaglio degli inquirenti, è stata chiusa.

Secondo le indagini dei carabinieri i degenti pagavano a testa 700 euro al mese per stare in quelle condizioni in un ospizio fantasma, allestito nei locali di un’abitazione privata, in via Lago di Garda, che ospitava gli anziani senza nessuna autorizzazione e/o permesso necessario. I posti letto erano disseminati per tutta la casa, anche in corridoio e in cucina. In ogni stanza dormivano almeno cinque persone, ora riportate alle loro famiglie o trasferite in altre strutture.

Il blitz è stato messo a segno questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Mondragone, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Caserta e dal personale della locale Asl e dei Servizi sociali.

Foto © Getty Images