Le pagelle del martedì

Gianfranco Fini: spariglia. Voto + 9. Il presidente della Camera Fini stavolta va contro Maroni sui “presidi-spia”, tacciando il provvedimento di incostituzionalità. Proseguono così i “distinguo” e gli “alt” verso il governo. Di fatto, Fini fa la “guerriglia” a Berlusconi. L’obbiettivo? Sparigliare. Marcello Dell’Utri: arieccolo. Voto – 9. Il senatore del Pdl, noto pregiudicato e

Gianfranco Fini: spariglia. Voto + 9. Il presidente della Camera Fini stavolta va contro Maroni sui “presidi-spia”, tacciando il provvedimento di incostituzionalità. Proseguono così i “distinguo” e gli “alt” verso il governo. Di fatto, Fini fa la “guerriglia” a Berlusconi. L’obbiettivo? Sparigliare.

Marcello Dell’Utri: arieccolo. Voto – 9. Il senatore del Pdl, noto pregiudicato e bibliofilo, primo “costruttore” della fu Forza Italia, riscrive la storia: “Mussolini perse la guerra perché troppo buono, i repubblichini partigiani di destra ecc.”. E sul Golgota, 2000 anni fa, qualcuno morì di freddo.