Tav, il MIT scrive a Bruxelles: “Ci impegniamo a termine l’opera”

Il governo italiano ha ufficialmente confermato all’Unione Europea e alla Francia il proprio impegno a completare la Tav Torino-Lione. La missiva, non firmata da Danilo Toninelli, è stata inviata nella notte a Bruxelles.

È stata inviata pochi minuti dopo la mezzanotte la tanto attesa lettera del Ministero dei Trasporti italiano a Bruxelles, quella con cui l’Italia conferma il proprio impegno a completare la Tav Torino-Lione, la discussa opera che in queste ultime settimane ha portato ad una nuova frattura nell’esecutivo gialloverde.

La missiva cita il discorso del 23 luglio con cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte confermava il sì del governo gialloverde alla Tav – sottolineando come risulterebbe più dispendioso bloccare l’opera che completarla – e spiega che tra le motivazioni della conferma dell’impegno italiano c’è anche la promessa di ulteriori fondi da parte dell’Unione Europea, che aveva alzato dal 40% al 55% i fondi da destinare all’opera.

La lettera è stata inviata a Bruxelles e al governo francese, l’altra parte coinvolta nella realizzazione della linea veloce che collegherà la città di Lione a Torino. A firmare la missiva, però, non è stato il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, da sempre contrario alla TAV, ma alcuni funzionari del MIT.

La firma di Toninelli non era necessaria e appare evidenti che il ministro pentastellato abbia preferito non legare il suo nome a questo impegno nei confronti di Francia e UE.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →