Avellino, Teodorico Taddeo uccide il figlio 30enne a colpi di pistola

Omicidio in famiglia a San Martino Valle Caudina, piccolo comune di circa 5mila abitanti in provincia di Avellino. Teodorico Taddeo, 67 anni, insegnante di inglese ormai in pensione, ha ucciso a colpi di pistola il figlio Giovanni, 31 anni, ed ha subito lanciato l’allarme confessando il delitto appena compiuto.Il movente di questo folle gesto sarebbe

Omicidio in famiglia a San Martino Valle Caudina, piccolo comune di circa 5mila abitanti in provincia di Avellino. Teodorico Taddeo, 67 anni, insegnante di inglese ormai in pensione, ha ucciso a colpi di pistola il figlio Giovanni, 31 anni, ed ha subito lanciato l’allarme confessando il delitto appena compiuto.

Il movente di questo folle gesto sarebbe da ricondurre ai disturbi psichici di cui il giovane soffriva da tempo. Giovanni era stato a lungo in cura, ma a quanto pare la situazione non era mai migliorata. Proprio tre giorni fa l’anziano padre aveva acquistato una pistola – una revolver calibro 38 – e l’aveva regolarmente denunciata.

E’ presto per dire se l’acquisto dell’arma possa avvalorare o meno l’ipotesi di un omicidio premeditato. Di certo, ne sono convinti gli inquirenti, l’intenzione dell’uomo era quella di spaventare il figlio. Il delitto è avvenuto nella camera da letto del giovane, forse al termine di una violenta lite.

L’uomo, reo confesso, è stato arrestato con l’accusa di omicidio e rinchiuso nella stazione dei carabinieri di San Martino Valle Caudina a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Foto © Getty Images