Roma: 39enne spara dalla finestra con pistola ad aria compressa e ferisce uno studente

Lesioni dolose aggravate, ricettazione e porto abusivo di strumento atto ad offendere. Sono queste le accuse che hanno portato all’arresto, nella mattinata di ieri, di un 39enne italiano.L’uomo, di cui sono state rese note le iniziali del nome, D.L.P., aveva da poco comprato una pistola tipo Beretta ad aria compressa e stamattina ha deciso di


Lesioni dolose aggravate, ricettazione e porto abusivo di strumento atto ad offendere. Sono queste le accuse che hanno portato all’arresto, nella mattinata di ieri, di un 39enne italiano.

L’uomo, di cui sono state rese note le iniziali del nome, D.L.P., aveva da poco comprato una pistola tipo Beretta ad aria compressa e stamattina ha deciso di provarla sparando dalla finestra di un albergo in via dell’Amendola.

Uno dei colpi ha raggiunto all’orecchio sinistro uno studente di 15 anni, nella Capitale in gita scolastica, che è stato poi giudicato guaribile in sette giorni.

In poco tempo gli agenti sono giunti sul posto ed hanno identificato la finestra da cui erano partiti i colpi e, una volta entrati nella stanza, hanno trovato l’arma.

Così ne parla La Repubblica:

Perquisendo la stanza i poliziotti hanno trovato e sequestrato, nascosta nell’armadio sotto una coperta, una pistola tipo Beretta ad aria compressa, con incorporato un cilindro contenente gas CO2; nascosti poi dentro una valigetta c’erano più di 60.

Il proprietario della pistola si è giustificato dicendo che voleva solo provarla e che non era sua intenzione far male a nessuno. Questo non gli ha evitato l’arresto: al momento è in attesa del giudizio direttissimo.

Via | Repubblica

I Video di Blogo