Ricucci patteggia: 3 anni di condanna, ma con l’indulto

L’immobiliarista Stefano Ricucci è stato condannato a tre anni di reclusione nel processo in cui era imputato per la fallita scalata a Rcs, la vicenda legata alla compravendita fittizia dell’immobile in via Lima, la gestione dei fondi previdenziali e quella dell’assegnazione della gara d’appalto del patrimonio immobiliare Enasarco. Ricucci è stato riconosciuto reo di corruzione,

di higgins

L’immobiliarista Stefano Ricucci è stato condannato a tre anni di reclusione nel processo in cui era imputato per la fallita scalata a Rcs, la vicenda legata alla compravendita fittizia dell’immobile in via Lima, la gestione dei fondi previdenziali e quella dell’assegnazione della gara d’appalto del patrimonio immobiliare Enasarco. Ricucci è stato riconosciuto reo di corruzione, aggiotaggio, falso e appropriazione indebita. Nella condanna sono compresi i dodici mesi già patteggiati con il tribunale di Milano per il tentativo di scalata alla Banca Antonveneta. Per via dell’indulto, l’immobiliarista non sconterà la pena, essendo i reati commessi prima del maggio 2006.