Caso Aldrovandi: tre nuove condanne ai poliziotti ed aggiornamenti.

Nei giorni scorsi tre nuove condanne ed un rinvio a giudizio si sono aggiunte alle quattro precedenti arrivate il luglio scorso nei confronti dei poliziotti condannati per l’omicidio colposo del giovane Federico Aldrovandi. Le tre nuove condanne confermate dal GUP Monica Bighetti, all’interno del processo-bis sul caso Aldrovandi, arrivano nuovamente contro tre poliziotti accusati di

di fabio



Nei giorni scorsi tre nuove condanne ed un rinvio a giudizio si sono aggiunte alle quattro precedenti arrivate il luglio scorso nei confronti dei poliziotti condannati per l’omicidio colposo del giovane Federico Aldrovandi. Le tre nuove condanne confermate dal GUP Monica Bighetti, all’interno del processo-bis sul caso Aldrovandi, arrivano nuovamente contro tre poliziotti accusati di favoreggiamento ed omissione di atti d’ufficio. Avrebbero coperto, in sintesi, i quattro autori materiali dell’omicidio e tentato di depistare le indagini sul caso che non si sarebbero quindi svolte in piena chiarezza.

I quattro poliziotti condannati, li ricordiamo, sono: Enzo Pontani, Monica Segatto, Paolo Forlani, Luca Pollastri. Tutti condannati a tre anni e 6 mesi di reclusione per omicidio colposo ai danni dell’allora 18enne Aldrovandi la mattina del 25 settembre 2005.

I tre condannati, tratti direttamente dal blog dedicato a Federico Aldrovandi hanno ricevuto pene relativamente lievi e sono:

Marino Paolo – dirigente dell’Upg all’epoca dell’omicidio. E’ stato condannato a un anno di reclusione per omissione di atti d’ufficio: avrebbe indotto in errore il pm di turno, non facendola intervenire sul posto –
Dinnanzi al GUP aveva scelto il rito abbreviato.

Bulgarelli Marcello – assistente Capo della Polizia di Stato. E’ stato condannato a dieci mesi per omissione di atti d’ufficio e favoreggiamento. Quella mattina era responsabile e addetto della centrale operativa.
Dinnanzi al GUP aveva scelto il rito abbreviato.

Pirani Marco – ispettore di polizia giudiziaria. E’ stato condannato a mesi 8 per omissione di atti d’ufficio.
Dinnanzi al GUP aveva scelto il rito abbreviato.

Un quarto uomo è stato invece rinviato a giudizio:

Casoni Luca sov.te capo turno delle volanti. Rinviato a giudizio.

E’ l’unico a non scegliere il rito abbreviato. E’ accusato di falsa testimonianza, omissione di atti d’ufficio e favoreggiamento. E’ colui che si reca quella mattina sul posto del delitto… e quando a lui richiesto dal Giudice, nel processo “madre” di riferire cosa si fosse detto con Bulgarelli (quello della centrale operativa condannato) rifiuta di dirlo…

La prima udienza per lui si terrà il 21 aprile.

A questa pagina è possibile leggere i capi d’imputazione per i quattro poliziotti nell’udienza preliminare tenutasi il 22 gennaio scorso.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Caso Aldrovandi

Tutto su Caso Aldrovandi →