Le prove del “golpe” contro Grillo? Anonymous smentisce Byoblu

Un fake, gli screenshot che racconterebbero del sabotaggio ai danni del Movimento Cinque Stelle pubblicati da Claudio Messora sul suo blog.

di

Le prove del golpe contro Grillo? Un fake, mai divulgato da Anonymous.

Facciamo un riassunto delle puntate precedenti. Qualcuno registra un simbolo simile a quello del Movimento Cinque Stelle in vista delle elezioni politiche 2013. Il qualcuno è Andrea Massimiliano Danilo Foti, ex grillino. Perché l’ha fatto? Probabilmente perché è un ex, appunto. Sarebbe stato aiutato da Marco Marsili, che ha un partito pirata che però non è il vero Partito Pirata (sito ufficiale). Insomma, un guazzabuglio che sa di regolamento di conti. Succede il panico, Grillo (giustamente, sia chiaro) si indigna. Anche se Grillo dovrebbe poter tranquillamente confidare nel fatto che la lista farlocca verrà eliminata dall’elenco di quelle ammesse alla tornata. Infatti, ha già registrato un simbolo analogo e non dovrebbe essere difficile ottenere l’inammissibilità della lista-civetta.

Il 12 gennaio, alle 14.33, Claudio Messora (alias Byoblu) scrive sul suo blog di aver ricevuto un messaggio di posta elettronica da Anonymous, che conterrebbe le prove del golpe (nientemeno) contro Grillo.

Il messaggio riportato da Messora è questo:

Img 1
Img 2
Img 3

Lo scopo principale è destabilizzare il Movimento Cinque Stelle colpendo direttamente Beppe Grillo. In termini tecnici questo viene definito “Golpe”
NOI, non abbiamo alcun interesse a scherzare! Occhi aperti»

Oggi Anonymous ha smentito categoricamente con un post che le cose siano andate così.

Il pezzo si intitola FUD & informazione.

Al momento della pubblicazione del post di Byoblu, si legge nel post

«alcuni degli Anon presenti in quel momento nei luoghi dove siamo soliti riunirci sono stati alquanto sorpresi dal post visto che nessuno aveva segnalato l’intenzione di contattare il
sig. Messora e nessuno aveva reso noto di essere in possesso di immagini che provassero un “golpe”(come definito dallo stesso Messora) ai danni di Grillo e M5S».

Ma possono davvero essere certi che nessuno di loro abbia effettivamente inviato la mail? Quasi. Ecco come lo spiegano:

«Naturalmente uno dei più grandi punti di forza di Anonymous ed un cardine della struttura non piramidale su cui si basa è l’anonimato ed il fatto che anche un singolo può agire individualmente…restà però il fatto che gli Anon particolarmente attivi in ambito nazionale si conoscono più o meno bene e sono costantemente in contatto per cui vista questa azione “out of the blue” sono rimasti piuttosto scettici,anche per via del linguaggio utilizzato nella mail che poneva un enfasi particolare sulla gravità della situazione».

Raccontano anche di aver provato a mettersi in contatto con Byoblu:

« Alcuni Anon hanno provato a contattare il sig.Messora per chiedere (ed offrire) delucidazioni e chiarimenti riguardo al post sul “golpe” e sulla fonte; inutile dire che non c’è stato
alcun riscontro».

Gli Anon scrivono poi di aver verificato che la mail pubblicata da Messora proviene da un indirizzo inesistente
e forniscono anche un’evidenza del fatto che le immagini pubblicate come prova del “golpe” siano un fake.

E chiudono così, precisando di non essere responsabili del down che ha interessato il blog di Messora:

«In conclusione l’intera vicenda è un fake orchestrato ad arte da qualcuno interessato a screditare il partito pirata e creare FUD verso il M5s usando Anonymous per veicolare la polpetta avvelenata.
Inutile dire che non ci prestiamo volentieri a questi giochetti di bassa lega e che ad ogni azione corrisponde una reazione, Anonymous non ha simpatie particolari verso alcun partito.
Non vogliamo pensare che sia stato lo stesso Messora a inscenare questo teatrino, però gli consigliamo di validare meglio le fonti d’ora in avanti,anche per rispetto ai suoi lettori.
Precisiamo infine che non abbiamo lanciato attacchi di tipo DDoS contro www.byoblu.com che risultava irraggiungibile nella giornata di ieri(una ipotesi plausibile è un picco di traffico legittimo proveniente dal link all’articolo inserito sul blog di Grillo)
».

Oh. Per inciso, la triste prassi delle liste civetta non è nata quest’anno. Non è una prerogativa “contro” il Movimento Cinque Stelle (anche Monti e Ingroia, per dire, hanno visto registrare due liste con simboli molto simili ai loro): è una prassi tristemente italica (e per onor di cronaca: ignoro se accada o meno anche all’estero), non un “golpe”.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia