Europee 2009: diario elettorale

(Parte oggi e vi terrà compagnia fino al 6 giugno il “Diario elettorale” di Polis|blog. Notizie, retroscena, dati, ipotesi e commenti per raccontare i trenta giorni di campagna elettorale che ci separano dalle elezioni europee. Appuntamento quotidiano, dopo la pausa pranzo, su queste pagine.)Quella che ci apprestiamo a vivere sarà una campagna elettorale di polemiche.

(Parte oggi e vi terrà compagnia fino al 6 giugno il “Diario elettorale” di Polis|blog. Notizie, retroscena, dati, ipotesi e commenti per raccontare i trenta giorni di campagna elettorale che ci separano dalle elezioni europee. Appuntamento quotidiano, dopo la pausa pranzo, su queste pagine.)

Quella che ci apprestiamo a vivere sarà una campagna elettorale di polemiche. La società dello spettacolo divora la politica. E così veline e velini finiscono in prima pagina, dominano l’attenzione dei media, condizionano le scelte del Palazzo e, come nel caso di Veronica Lario, anche la vita privata delle persone. La corsa per Strasburgo diventa un’occasione – per i partiti – per sfoggiare il proprio sex appeal mostrando in lista le proprie conquiste tv.

Un caso su tutti, quello del principe Emanuele Filiberto. L’erede al trono che qualche anno fa chiedeva allo Stato un risarcimento milionario per l’esilio, ora, dopo aver sbancato a Ballando con le stelle scende in campo con l’Udc. Dice di non sentirsi un “velino” perchè ha idee, parla cinque lingue e conosce tutti i capi di Stato. Peccato, però, che ad esempio, interrogato da Vittorio Zincone per Tetris, non ricordi l’articolo 139 della Costituzione.

Oggi, in un’intervista al Giornale, si chiede cosa abbia in meno rispetto agli altri candidati. Semplice: un po’ di esperienza politica, si potrebbe dire banalmente. E perché no, anche un po’ di militanza nel partito che lo candida. Ma in un’Europa che, invece di accogliere le eccellenze, diventa sempre più un refugium peccatorum, le porte sono aperte a chiunque: letteronze, attricette e vip dell’ultim’ora mandati letteralmente allo sbaraglio o vecchie carcasse della politica attaccate alla poltrona col vinavil dopo silurate memorabili.

Una speranza: ci salveranno le preferenze?

I Video di Blogo