Tria: “UE? Reddito e quota 100 non si toccano”

Il ministro dell’economia Giovanni Tria tranquillizza tutti sulla possibile procedura d’infrazione da parte dell’UE a carico dell’Italia

Quota 100 e il reddito di cittadinanza non si toccano: lo ribadisce il ministro dell’Economia Giovanni Tria in merito alla possibile procedura d’infrazione da parte della Commissione UE a carico dell’Italia. A proposito delle due misure chiave della politica economica del governo Conte, il ministro del Tesoro afferma che “non verranno toccate, sono leggi dello Stato, tutti coloro che hanno acquisito diritti vedranno questi soddisfatti questi diritti”.

“Poiché ci eravamo posti in modo molto prudenziale in partenza – le parole riportate da Ansa – , adesso stiamo vedendo che ci saranno dei risparmi in qualche modo sostanziali”. Insomma, c’è normale preoccupazione, ma non allarme all’interno del governo anche perché “la Commissione europea non ha aperto una procedura d’infrazione ma ha dichiarato che ci sono i presupposti per una procedura. “Adesso si aprirà un dialogo costruttivo”, conclude il ministro Tria e visto anche lo spread è in calo i mercati “l’hanno capito”.

I Video di Blogo