Lavoro a Roma e nel Lazio. Quali sono state le professioni più ricercate nel 2012

Cercate lavoro? Allora, se avete intenzione di iscrivervi a un corso di laurea, vi conviene scegliere uno di questi indirizzi: Informatica, Ingegneria meccanica e navale, Economia bancaria e Chimica. Sono questi infatti i settori secondo i quali, secondo Fondazione Italia Orienta, più difficilmente riescono a trovare candidati idonei ai posti disponibili, nel Lazio.

di sara10

Spazio a termoidraulici e installatori, commessi e programmatori informatici. Facciamo l’esempio dei termoidraulici: su 2.050 ricerche, 1.140 sono state difficili da effettuare, nel corso dell’ultimo anno. Così come è avvenuto anche per gli Installatori di impianti idraulici (560 non sono stati reperibili).

Ma mancano anche profili meno “specializzati”, i cosiddetti “medium skill”, come addetti all’accoglienza clienti e commessi, probabilmente connessi al mercato turistico della Capitale, che sembra non conoscere crisi.

In generale, comunque, nella nostra Regione si crede un po’ meno nella utilità della formazione universitaria per trovare uno sbocco lavorativo. Basti pensare che nell’anno 2012-2013 solo nel Lazio si sono immatricolati circa 23 mila studenti, un dato in calo se confrontato con l’anno 2011-2012, che ne contava circa 25 mila.

Fra quelli che decidono di continuare gli studi, comunque, i diplomati laziali preferiscono restare in regione. I dati del Miur evidenziano come il Lazio (9%) sia la seconda regione dopo la Lombardia (8%) a registrare il tasso piu’ basso di mobilita’. Segno che “crediamo” nelle università di Roma e Lazio. Le più gettonate? Sono l’università Sapienza, Roma Tre e Tor Vergata.

Via | Adnkronos

Foto | Flickr