Conte: “Non mi sento commissariato da Salvini”

Conte, espressione del M5s, non si sente commissariato da Salvini dopo le europee. Oggi era a Bruxelles per il vertice di capi di Stato e governo Ue

Il premier Giuseppe Conte non si sente sotto scacco della Lega di Matteo Salvini, primo partito in Italia alle elezioni europee con il 34% dei voti. “Commissariato da chi? Salvini ha sempre fatto parte delle forze del mio governo. Perché dovrei sentirmi commissariato?”. Conte, espressione del M5s, che ha dimezzato i consensi rispetto alle Politiche di un anno fa, parla da Bruxelles per il primo vertice post voto dei capi di Stato e di governo dell’Unione.

Davanti ai microfoni dei giornalisti Conte spiega: “Adesso dobbiamo lavorare: c’è l’azione di governo che ci aspetta. Abbiamo in cantiere tantissime iniziative… Abbiamo chance perché l’Italia abbia il ruolo che si merita”. A proposito della proposta di flat tax avanzata oggi da Salvini, che ha parlato della necessità di uno shock fiscale da 30 miliardi, il presidente del Consiglio però taglia corto: “Non abbiamo ancora iniziato a discutere della manovra economica”.

Il vicepremier e ministro dell’Interno dal canto suo dopo aver rilanciato anche su sicurezza e Tav continua a rassicurare sulla tenuta del governo e sulla lealtà del Caroccio: “Non ho intenzione di mandare l’Italia al voto… Conte ha la mia piena fiducia. Non ho ambizioni, l’unica condizione è mantenere gli impegni” ha detto Salvini in conferenza stampa al Viminale.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →