[VIDEO] Sarri: “De Laurentiis? Avrei preferito mi parlasse in privato”

Maurizio Sarri deluso al termine di Napoli-Lazio, ha anche qualcosa da dire al presidente Aurelio De Laurentiis

[raw content=”

“]

Il Napoli non va oltre il pari contro la Lazio al San Paolo e per Maurizio Sarri e la sua squadra sono arrivati sonori fischi al novantesimo. Qualora la Juventus vincesse oggi contro il Chievo, gli azzurri sprofonderebbero a 9 punti dalla vetta. L’assenza di Milik continua a pesare come un macigno, ma secondo il tecnico dei partenopei la qualità del gioco rimane comunque alta.

“Abbiamo fatto una grande partita ma in questo momento non concretizziamo le occasioni che creiamo e facciamo sempre risultati inferiori alle prestazioni. Durante la mia gestione – continua a Premium – , in questo momento, la squadra si sta esprimendo meglio rispetto ad altri momenti in cui i risultati erano positivi”.

In questi giorni hanno fatto molto rumore le parole del patron Aurelio De Laurentiis: il numero uno del Napoli ha sostanzialmente consigliato l’allenatore di cambiare modulo. Osservazioni per certi versi interessanti, ma che Sarri avrebbe preferito il presidente gli avesse fatto a quattr’occhi.

“Il presidente è al di sopra di ogni regola – prosegue Sarri – , noi siamo i dipendenti. Ha dato un consiglio ma in questo momento ho ritenuto più appropriato fare altre cose. Il presidente può esprimere certi suoi pensieri, mi avrebbe fatto più piacere se me l’avesse detto in privato ma non ci vedo niente di particolare, è stata solo un’idea. Il trequartista è un ruolo che non piace a Marek, quando l’ha fatto non ha giocato bene e mi sembrerebbe un’incongruenza tenere fuori due tra Mertens, Callejon e Insigne. Dove può arrivare questa squadra? Se continueremo così non potremmo autolimitarci. Siamo forti, stiamo facendo bene e questo forse ci porterà a fare punti nel lungo periodo. Ci manca un po’ d’esperienza, non so dove potremmo arrivare ma so che se questo gruppo starà insieme per tre anni farà grandi cose”.

Tra le altre cose raccontate in questi giorni da De Laurentiis, c’è stato il tentativo di acquistare per ben tre anni consecutivi Aubameyang, attaccante ex Milan e oggi al Borussia Dortmund. Stiamo parlando di un top di livello internazionale, che però non sarebbe stato gradito all’allenatore del Napoli, poiché poco consono al suo modulo di gioco.

“È vero che non abbiamo il giocatore che ci può far vincere una gara in cui creiamo meno degli avversari, ma creando così tante palle gol prima o poi i nostri attaccanti segneranno. Sarei preoccupato se la squadra creasse pochissimo. È inutile stare a recriminare sull’infortunio di Milik, adesso aspettiamo gli altri attaccanti che realizzano in base a quanto creano. Il non arrivo di Aubameyang? Era stato messo in alternativa a un altro attaccante e io ho detto che preferivo l’altro, poi alla fine non è arrivato nessuno dei due. L’altro centravanti era Icardi? Questa è una vostra deduzione…”, conclude.