L’UE contro la Regione Lazio: discrimina i rom nell’assegnazione delle case popolari

Aperta una procedura di pre-infrazione.

Alessandro Sartore, assessore al Bilancio della Regione Lazio, in una relazione informativa al Consiglio Regionale ha fatto sapere che l’Unione Europea ha avviato una procedura di pre-infrazione nei confronti della Regione in relazione all’assegnazione degli alloggi popolari ai rom e per questo ha chiesto una serie di informazioni per capire se viene rispettata la direttiva 2000/43 sull’uguaglianza razziale.

Il problema, infatti, sarebbe una discriminazione delle popolazioni rom in quanto vengono richiesti requisiti come la residenza e lo sfratto che, per la loro situazione di fatto, non possono dimostrare di avere, perché, appunto, sono nomadi.

Nel caso in cui venisse aperta l’infrazione vera e propria, la Regione Lazio potrebbe ritrovarsi coinvolta per l’aspetto della compatibilità della Legge Regionale n. 12/99, che riguarda la “Disciplina delle funzioni amministrative regionali e locali in materia di edilizia residenziale pubblica” con la direttiva europea 2000/43.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Unione Europea

Tutto su Unione Europea →