Cavani è felice al PSG adesso che non c’è più Ibra: “resto fino al 2018”

Adesso che Ibrahimovic è lontano da Parigi, Edinson Cavani ha ritrovato il sorriso ed è pronto a restare fino al 2018

Edinson Cavani ha finalmente ritrovato il sorriso da quando non è più costretto a dividere il palcoscenico parigino con Zlatan Ibrahimovic. L’uruguayano ha sofferto quella convivenza fin dalla sua prima stagione in Francia, perché la presenza dello svedese non gli consentiva di giocare nel ruolo di punta centrale. Si è parlato più volte di un suo addio in questi anni, ma le cose adesso sembrano cambiate.

Da quando Ibrahimovic si è trasferito al Manchester United, Cavani ha potuto finalmente ritornare a giocare al centro dell’attacco come faceva ai tempi del Napoli ed anche i risultati sono dalla sua parte, considerando il fatto che ha già segnato 14 gol in 13 partite giocate.

Il suo futuro è sicuramente a Parigi, almeno fino al 2018: “Problemi con il Psg? Non capisco per quale motivo si dice che non sono felice a Parigi. Magari non tutto può andare come ti aspetti, ma la mia idea di felicità riguarda la famiglia e molte altre cose al di fuori del calcio. Il calcio è il mio lavoro, quando non avrò più la stessa passione mi fermerò. Oggi sono qui, in una delle migliori squadre al mondo, e questo mi riempie di gioia. Alla fine della scorsa stagione ho avuto un confronto con la società e mi hanno detto che avrei giocato da prima punta, siamo stati chiari, e questo mi ha reso felice. Il contratto? Non so cosa accadrà in futuro, ma ho un accordo fino al 2018 e intendo rispettarlo“.