Omicidio a Genova: l’ex infermiera Sebastiana Melis uccisa in casa nel quartiere Marassi

Uccisa nella propria abitazione con un corpo contundente con cui le è stato fracassato il cranio. Siamo a Genova, quartiere di Marassi. Da una prima ricostruzione dei fatti sarebbe morta così Sebastiana Melis, pensionata di 70 anni. A scoprire l’omicidio, un vicino di casa della vittima: entrato in casa della donna verso le 23,00 di


Uccisa nella propria abitazione con un corpo contundente con cui le è stato fracassato il cranio. Siamo a Genova, quartiere di Marassi. Da una prima ricostruzione dei fatti sarebbe morta così Sebastiana Melis, pensionata di 70 anni.

A scoprire l’omicidio, un vicino di casa della vittima: entrato in casa della donna verso le 23,00 di ieri sera l’ha trovata a terra nello studio, vestita, in un lago di sangue. Secondo gli investigatori la pensionata, una ex infermiera, potrebbe essere stata uccisa il 25 febbraio.

Sebastiana Melis quel pomeriggio aveva appuntamento con una donna cui forniva assistenza domiciliare. Non vedendola arrivare la paziente ha cercato di contattare prima lei e poi il vicino di casa, in possesso delle chiavi dell’appartamento della 70enne.

Scoperto il cadavere l’uomo ha immediatamente avvisato i carabinieri. L’arma del delitto non è stata rinvenuta. Si pensa a un martello o a una chiave inglese. Per saperne di più si attendono i risultati dell’autopsia. Nessun segno di scasso è stato riscontrato sulla porta di casa della vittima e dentro tutto era in ordine.

L’ipotesi di un tentativo di rapina finito male è insomma la meno accreditata tra gli investigatori. Le indagini sono coordinate dal pm Vittorio Ranieri Miniati che ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio volontario.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →