Omicidi Latina: arrestato Giuseppe “Romolo” Di Silvio a Cassino

Gli uomini della sezione criminalità organizzata della squadra mobile di Roma in collaborazione con i colleghi di Latina e Frosinone hanno arrestato questa mattina verso le 7,30 Giuseppe Di Silvio detto “Romolo”, irreperibile da qualche settimana. L’uomo era ricercato perché indagato in relazione agli omicidi verificatisi a Latina nelle scorse settimane: 3 agguati e 2


Gli uomini della sezione criminalità organizzata della squadra mobile di Roma in collaborazione con i colleghi di Latina e Frosinone hanno arrestato questa mattina verso le 7,30 Giuseppe Di Silvio detto “Romolo”, irreperibile da qualche settimana. L’uomo era ricercato perché indagato in relazione agli omicidi verificatisi a Latina nelle scorse settimane: 3 agguati e 2 morti in 48 ore.

In particolare “Romolo” – come riporta Latina 24ore – sarebbe coinvolto nell’omicidio di Fabio Buonamano, avvenuto il 26 gennaio, un giorno dopo l’esecuzione di Massimiliano Moro e il tentato omicidio di Carmine Ciarelli. Di Silvio si nascondeva a Cassino in un appartamento del quartiere San Silvestro, storicamente abitato dalla comunità rom.

In queste ore è in corso il suo interrogatorio da parte dei capi della Mobile di Latina e Frosinone. Ancora irreperibile invece Costantino Di Silvio, “Patatone”, visto salire in auto con Buonamano poco prima che venisse ucciso. La polizia intanto sta eseguendo numerose perquisizioni domiciliari soprattutto nella zona delle case popolari, conosciuta come le “Due torri”, nei pressi dei Vigili del Fuoco.

Foto | Flickr