Denise Pipitone: polemiche sul mancato sequestro di un casolare, risponde il Procuratore capo di Marsala

Si torna a parlare della piccola Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo il 1° settembre del 2004 mentre stava giocando davanti alla sua abitazione. Durante la puntata di Chi L’Ha Visto? andata in onda ieri sera, la madre di Denise, Piera Maggio, e il suo legale, Giacomo Frazzitta, hanno denunciato che un


Si torna a parlare della piccola Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo il 1° settembre del 2004 mentre stava giocando davanti alla sua abitazione.

Durante la puntata di Chi L’Ha Visto? andata in onda ieri sera, la madre di Denise, Piera Maggio, e il suo legale, Giacomo Frazzitta, hanno denunciato che un casolare di Villagrazia di Carini, in provincia di Palermo, che potrebbe esser stato la “prigione” della bambina, non è stato posso sotto sequestro.

L’esistenza di questo casolare e i collegamenti con la piccola Denise erano emersi dopo che gli inquirenti avevano seguito le tracce telefoniche del cellulare di Anna Corona, attualmente indagata per sequestro di minorenne.

La Corona è la madre di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise rinviata a giudizio pochi giorni fa per concorso in sequestro di minorenne.

Come mai quel casolare non è stato posto sotto sequestro e l’accertamento sull’esistenza o meno di tracce biologiche al suo interno, previsto per ieri mattina, è stato rinviato?

A questa domanda ha già provveduto a rispondere Alberto Di Pisa, Procuratore capo di Marsala:

Il casolare di cui parla la signora Maggio è stato sequestrato fino al luglio del 2008, poi è stato dissequestrato. Anche perché si tratta di un vecchio casolare senza tetto, quali eventuali tracce biologiche si dovrebbero trovare? comunque l’atto irripetibile previsto per questa mattina, sarebbe comunque saltato, perché la difesa di Anna Corona, ha espresso riserva di incidente probatorio. E questo ha provocato il differimento deciso dalla Procura. Se la riserva della difesa Corona non viene sciolta entro i sei mesi dati dal giudice per le indagini preliminari per eseguire l’atto irripetibile, allora salterà definitivamente. Con ogni probabilità, questo esame non verrà mai eseguito.

Via | LiveSicilia

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →