Roma, assalto a portavalori: ucciso l’ex brigatista Giorgio Frau

20.00 – E’ risultato essere l’ex brigatista rosso Giorgio Frau, 56 anni, il rapinatore rimasto ucciso questa mattina durante l’assalto al portavalori. L’uomo, ex membro dell’Unione dei Comunisti Combattenti (UdCC), era già finito in manette nel giugno 2003 per una tentata rapina ai danni di un ufficio postale di Firenze. Con lui era stato arrestato

20.00 – E’ risultato essere l’ex brigatista rosso Giorgio Frau, 56 anni, il rapinatore rimasto ucciso questa mattina durante l’assalto al portavalori. L’uomo, ex membro dell’Unione dei Comunisti Combattenti (UdCC), era già finito in manette nel giugno 2003 per una tentata rapina ai danni di un ufficio postale di Firenze.

Con lui era stato arrestato anche il 49enne Mario Scilli, suo complice in quel tentato colpo e nell’assalto di stamattina. Frau era stato condannato a 4 anni e 7 mesi proprio per quel tentato colpo, mentre Scilli se l’era cavata con un mese in meno. Frau, ne parlavamo stamattina, è rimasto ucciso, mentre i due complici, tra cui lo stesso Scilli, sono stati assicurati alla giustizia.

Attimi da Far West nel pieno centro di Roma, una rapina con sparatoria – purtroppo finita in tragedia – nella tarda mattinata di oggi in via Carlo Alberto, a pochi passi dalla Stazione Termini. Erano da poco passate le 13 quando alcuni banditi hanno assaltato un furgone portavalori della Fidelitas che in quel momento di trovava di fronte alla Banca Popolare di Sondrio.

Inevitabile il conflitto a fuoco coi vigilantes, che hanno tentato di impedire il colpo con tutti i mezzi che avevano a disposizione, provocando il panico tra le numerose persone presenti in quel momento, tra le quali molti turisti diretti alla vicina Basilica di Santa Maria Maggiore. Il bilancio è tragico: uno dei rapinatori è stato ucciso, mentre uno dei vigilates è rimasto ferito ed è stato prontamente trasportato in ospedale per le cure necessarie.

Due complici della banda, giunti in motorino per compiere il colpo, sono riusciti a fuggire a bordo di un’auto rubata, ma sono stati rintracciati poco dopo nei pressi di Porta Maggiori e prontamente arrestati dagli agenti del Nucleo Radiomobile di Roma. Sono già static condotti presso la caserma di via In Selci, mentre gli agenti sono ancora sul posto per tutti i rilievi del caso.

L’agente ferito, colpito alle gambe e alle braccia, si trova ricoverato all’ospedale San Giovanni. Le sue condizioni, secondo le ultime informazioni diffuse, non sarebbero gravi.

Di seguito un’infografica del colpo diffusa dall’ANSA: