Delitto Yara, il pm: riesumazione salma autista scelta mia

Il pm Ruggeri: Dagli accertamenti scientifici è emerso che la probabilità che l’uomo sia il padre biologico dell’assassino di Yara al 99, 9%.

di remar

Letizia Ruggeri, il pm titolare dell’inchiesta sulla morte di Yara Gambirasio, che ha visto le indagini concludersi martedì scorso, si sfoga con L’Eco di Bergamo. Spiega la sua decisione di procedere alla riesumazione della salma dell’autista di Gorno, presunto padre del possibile assassino di Yara. Il magistrato parla di uno “scrupolo investigativo”:

Non me l’ha ordinato la procura generale, tanto meno il presidente Napolitano. E’ stata una scelta mia. La riesumazione del defunto di Gorno è solo uno scrupolo investigativo, sono già certa del risultato.

L’iniziativa della madre di Yara, Maura Gambirasio, di scrivere al Capo dello Stato, chiedendo di essere maggiormente coinvolta nelle indagini, non ha influito in alcun modo dice il pm, che aggiunge:

Dagli accertamenti scientifici è emerso che la probabilità che l’uomo sia il padre biologico dell’assassino di Yara, ovvero l’individuo maschio di cui è stata trovata traccia biologia sui vestiti della tredicenne di Brembate Sopra (Bergamo), è pari al 99,9999929%. La riesumazione dell’uomo ne darà la conferma.

L’altra pista ancora in piedi porta al presunto favoreggiamento di Mohammed Fikri. Ruggeri spiega:

Non vedo perché questo nuovo fascicolo avrebbe dovuto essere assegnato a un altro pm, dal momento che sono io che ho condotto le indagini sul caso, fin dall’inizio.

Il giovane operaio marocchino a dicembre 2010 era finito in carcere accusato dell’omicidio della 13enne. In una intercettazione telefonica sembrava avesse detto “Allah, perdonami. Non l’ho uccisa io” – poi una seconda traduzione lo aveva scagionato ma secondo gli inquirenti l’uomo potrebbe aver nascosto qualcosa di essenziale per le indagini.

Foto © TMNews

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →