Se i privilegi degli ex senatori vi sembrano pochi …

Non ci sono solo i privilegi della “casta” politico-istituzionale in attività ma anche quelli degli “ex”. In queste ore si sta approntando il bilancio del Parlamento e al Senato, (costi 2009 pari al 2008, cioè 594 milioni di euro) per la prima volta, le spese non crescono. Bene. Ma non proprio. Perché i benefit degli

Non ci sono solo i privilegi della “casta” politico-istituzionale in attività ma anche quelli degli “ex”.

In queste ore si sta approntando il bilancio del Parlamento e al Senato, (costi 2009 pari al 2008, cioè 594 milioni di euro) per la prima volta, le spese non crescono.

Bene. Ma non proprio. Perché i benefit degli ex senatori e quelli dei dipendenti e pensionati gonfiano a dismisura i conti.

Qualche esempio. Viaggi gratis. Una sola legislatura permette ai senatori di viaggiare a sbafo in autostrada, aereo, autostrada, treno. Vita natural durante. E i senatori, Dio ce li preservi, sono anche longevi … In sette anni questo capitolo di spesa è raddoppiato: da 1,7 miliardi di vecchie lire a 1,8 milioni di euro per il 2009.

Altro privilegio riguarda l’assistenza sanitaria integrativa (Asis) che gli ex senatori usufruiscono per tutta la vita. Gli ex senatori pagano 1,8 milioni di euro ma ricevono 2, 4 milioni. Il lusso dei … funerali gratis, è già stato abolito.

Ora il presidente Renato Schifani ha deciso di usare le forbici. E giura di riportare i conti in riequilibrio.

Ciliegina sulla torta: i dipendenti, che a Palazzo Madama sono tre per senatore. Da 630 del 1999 sono passati a oltre mille. Per non parlare dei pensionati, quasi 800, con trattamenti di quiescenza che toccano il … 90% degli stipendi!. Alti stipendi, alte pensioni.

Come volevasi dimostrare. C’è una sola Italia. Ma i suoi figli non sono tutti uguali.

I Video di Blogo