Legittima difesa: Anm solleva dubbi di incostituzionalità

La legittima difesa è legge, ma l’Anm solleva già dubbi di incostituzionalità: le parole del presidente Francesco Minisci

La legge sulla legittima difesa è legge e la parte leghista del governo Conte esulta. Matteo Salvini parla di “giorno bellissimo per l’Italia”, ma c’è chi è tutt’altro che entusiasta e non stiamo parlando delle opposizioni. Dopo l’ok del Senato alla legittima difesa, infatti, L’Anm ha subito espresso dubbi di incostituzionalità.

Ci ha pensato il presidente dell’Associazione nazionale dei magistrati, Francesco Minisci, a spegnere i facili entusiasmi affermando che la nuova legge “non tutelerà i cittadini più di quanto erano già tutelati fino ad oggi”. Tutt’altro, la legittima difesa voluta fortemente dalla Lega potrebbe essere “pericolosa”: “Al contrario – aggiunge Minisci – prevede pericolosi automatismi e restringe gli spazi di valutazione dei magistrati, oltre a portare con sé grandi difficoltà di interpretazione”.