Teramo: bimba di 10 mesi ingoia l’hashish del padre

Grave la bambina, ricoverata in ospedale a Teramo. L’uomo ha preso una denuncia per lesioni personali colpose.

di remar

Una bambina di appena 10 mesi ha ingoiato un pezzo di hashish che il padre teneva in casa, dopo tanta paura ora è salva, ma la famiglia ha passato momenti terribili. Tutto è accaduto stamattina a Tortoreto, nel Teramano: la bimba stava gattonando sul pavimento di casa quando si sarebbe trovata tra le mani un tocchetto di hashish che avrebbe poi portato alla bocca, deglutendolo. All’episodio avrebbero assistito gli altri figli minorenni della coppia.

Di fronte ai primi, evidenti, sintomi di una intossicazione acuta, con tanto di crisi convulsiva e perdita di sensi, la madre ha immediatamente trasportato la bambina all’ospedale Sant’Omero prima che i medici la facessero trasferire, data la gravità delle sue condizioni, in un altro nosocomio di Teramo, al Mazzini, dove la piccola è adesso ricoverata sotto osservazione. La prognosi è di sette giorni.

Dopo essere stati avvisati della situazione dal personale sanitario i carabinieri si sono recati subito nella casa del padre della bimba e qui hanno rinvenuto alcuni grammi di droga, sempre tipo hashish. L’uomo ha preso una denuncia per lesioni personali colpose con contestuale segnalazione al tribunale dei minorenni dell’Aquila e alla prefettura di Teramo.

Foto © Getty Images