Augusta: prete 73enne arrestato per molestie sessuali in sacrestia

Siracusa: una fedele di 21 anni ha raccontato ai carabinieri che sarebbe stata molestata dal sacerdote in chiesa, dove era andata per confessarsi.

di remar

Un prete siracusano è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di una fedele. Don Gaetano Incardona, di 73 anni, arciprete della Chiesa Madre di Augusta, si trova adesso ai domiciliari. Il provvedimento cautelare, emesso dal gip di Siracusa su richiesta della locale procura della Repubblica, è stato eseguito dai carabinieri che avevano in precedenza raccolto la denuncia di una ragazza di 21 anni la quale ha raccontato che sarebbe stata molestata dal sacerdote in chiesa, dove era andata per confessarsi. Gli investigatori avrebbero poi sentito altre testimonianze e trovato dei riscontri utili alle indagini. L’arcivescovo di Siracusa, monsignor Salvatore Pappalardo, è sorpreso dall’arresto di don Incardona:

Ho avuto modo i conoscere in questi anni l’arciprete e la sua opera pastorale nel territorio di Augusta. Lo accompagno nella preghiera, e sono fiducioso del lavoro della magistratura che chiarirà eventuali responsabilità.

Sempre secondo la versione fornita dalla parrocchiana il don l’avrebbe fatta entrare in sacrestia e qui l’avrebbe palpeggiata e baciata. Il prete questa mattina ha sentito bussare alla porta di casa e aprendo si è trovato davanti i militari dell’Arma con in mano l’ordinanza di custodia cautelare a suo carico. Presto sarò interrogato dal gip.

Foto © Getty Images