Messico: si spaccia per membro dei Los Zetas e truffa diverse famiglie

Del gruppo paramilitare dei Los Zetas e del terrore che seminano in Messico nell’ambito delle drug wars ci siamo occupati spesso, soprattutto in questo ultimo periodo. Come se non bastasse c’è anche chi ha pensato bene di sfruttare questa paura per arricchirsi. E’ il caso del truffatore Francisco Magaña Contreras, che si spacciava per un


Del gruppo paramilitare dei Los Zetas e del terrore che seminano in Messico nell’ambito delle drug wars ci siamo occupati spesso, soprattutto in questo ultimo periodo.

Come se non bastasse c’è anche chi ha pensato bene di sfruttare questa paura per arricchirsi. E’ il caso del truffatore Francisco Magaña Contreras, che si spacciava per un membro dei Los Zetas e chiedeva soldi a dei malcapitati in cambio della loro sicurezza.

Agiva prevalentemente nello stato di Tabaco, che si affaccia sul golfo del Messico: avvicinava le famiglie ed iniziava a minacciarle di morte, telefonicamente e fisicamente, affermando di essere uno dei Los Zetas e di volere dai 20mila ai 50mile pesos in contanti (più o meno dai mille ai 3mila euro).

Il truffatore, che aveva iniziato la sua “attività” lo scorso dicembre, è stato arrestato martedì nei pressi di un centro commerciale, proprio mentre stava ricevendo il denaro frutto del suo ultimo colpo.

Le autorità, alla luce di episodi come questi, hanno invitato la popolazione locale a non lasciarsi intimidire da personaggi come Contreras e a denunciare ogni altro episodio del genere.

Via | Chiapashoy