Camorra, Casalesi: 20 arresti tra Campania e Toscana

Blitz anticamorra della polizia contro il clan dei Casalesi. L’AISI: la camorra ha forza e organizzazione militare.

di remar

Sono una ventina gli arresti effettuati dalle prime luci dell’alba di oggi in un blitz anticamorra della polizia contro il clan dei Casalesi. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico degli indagati sono state eseguite in Campania e Toscana dagli agenti del servizio centrale operativo e delle squadre mobili di Caserta e Firenze, mentre gli uomini della Direzione investigativa antimafia di Napoli e Firenze hanno proceduto a un sequestro di beni, in quelle regioni, per oltre 20 milioni di euro, in immobili, società e attività commerciali.

Secondo gli inquirenti gli arrestati nell’operazione di oggi sono tutti affiliati al clan dei casalesi della fazione Schiavone-Iovine-Russo, ritenuta capeggiata da Francesco Schiavone detto Sandokan, lo storico boss ergastolano del clan detenuto al 41 bis. Le accuse contestate, a vario titolo, agli indagati sono associazione di tipo mafioso, estorsioni, armi e altro. Alcuni degli arresti sono stati eseguiti anche a Roma e a Lucca, sono tuttora in corso perquisizioni in case e uffici. E nella Relazione annuale presentata oggi al Parlamento dai servizi di sicurezza l’Aisi (l’ex Sisde, servizi segreti interni) sottolinea che:

”la camorra appare connotata dalla crescente precarizzazione degli assetti clanici che, specie a Napoli nord, sta alimentando conflittualità violente per l’assunzione del controllo delle piazze di spaccio”.

L’inchiesta è stata condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, alcuni dei provvedimenti restrittivi sono stati però emessi dalla magistratura fiorentina.

Foto | TM News

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →