Lucerna, sparatoria in fabbrica: morti e feriti

I morti sarebbero almeno 5. «Basler Zeitung» scrive che l’azienda ha circa circa 400 dipendenti e oggi avrebbe annunciato un taglio del personale.

di remar

Update 28/02 – In conferenza stampa la polizia ha fatto sapere che i motivi del triplice omicidio “non sono chiari” e ha confermato che lo sparatore ha preso di mira “le persone da colpire”, non ha sparato quindi all’impazzata. Al lavoro l’uomo non si era mai mostrato anormale, era una persona abbastanza tranquilla. Oggi alle 15 nella chiesa cattolica di Willisau, nel cantone di Lucerna, ci sarà una commemorazione funebre per le tre vittime. Le indagini proseguono.

14.50 – Sono tutte di nazionalità svizzera le vittime della strage compiuta stamattina nella fabbrica Kronospan di Menznau, vicino Lucerna, specializzata nella lavorazione del legno. La polizia nella conferenza stampa iniziata alle 14 ha spiegato che lo sparatore era un operaio 42enne che lavorava nell’azienda da più di 10 anni. L’uomo avrebbe mirato e aperto il fuoco contro alcune persone in particolare all’interno della mensa. Nella settimana scorsa il colosso del settore Kronospan aveva annunciato una riduzione della produzione nella fabbrica di Menznau, causata dalla scarsità delle forniture.

13.03 – La polizia per ora ha confermato la morte di tre persone, non cinque. Tra le vittime ci sarebbe pure lo sparatore. Il bilancio dei feriti sale a sette. Un testimone ha raccontato:

Sono uscito dalla mensa pochi minuti prima della sparatoria. Un collega è corso verso di noi e ci ha detto cosa era successo. Sono scioccato, avrei potuto essere anche io lì, tra di loro.

12.46 – Sul posto la polizia è giunta in forze con 20 auto di pattuglia, tutta l’area intorno alla fabbrica è stata recintata. I feriti gravi sarebbero almeno quattro, sono stati trasportai in elicottero in ospedali diversi. Alcuni testimoni a Radio 24 hanno parlato di momenti terribili, dei cronisti di scene spettrali.

Sparatoria a Menznau nel distretto di Lucerna, nella nord della Svizzera, nella zona di lingua tedesca. Gli spari sarebbero stati esplosi in una fabbrica che lavora il legno: ci sarebbero morti, almeno cinque, e numerosi feriti secondo quanto comunicato dal responsabile della polizia cantonale

Secondo una prima ricostruzione dei fatti erano erano di 9 di stamattina quando presso la sede della Kronospan di Menznau (LU) un uomo armato si è introdotto nella mensa dell’azienda, affollata per la colazione, e ha aperto il fuoco. Non è chiaro se si tratta di una sparatoria in senso stretto, cioè se ad esempio qualcuno della sicurezza della Kronospan abbia risposto o meno ai colpi esplosi, e che fine abbia fatto lo sparatore, se sia riuscito a fuggire o altro.

La testata Basler Zeitung scrive che la fabbrica ha circa circa 400 dipendenti e oggi avrebbe annunciato un taglio del personale. Il Comune di Lucerna, capitale dell’omonimo cantone, aveva segnalato la notizia della sparatoria, ripresa da Radio Sunshine, sul proprio sito internet e ora ha attivato un numero verde (041 248 83 83) per parenti e familiari dei dipendenti della Kronospan.

(in aggiornamento)

Foto © Getty Images