Scandalo Premier League: spuntano anche le scommesse

La scandalo che sta travolgendo la Premier League si allarga alle scommesse: l’ex tecnico del Tottenham Redknapp avrebbe ammesso puntate illegali dai suoi giocatori

Lo scandalo che sta travolgendo il calcio inglese continua ad allargarsi. Tutto è partito da un’inchiesta del ‘Telegraph’, che ha effettuato una serie di indagini tramite reporter camuffati da potenziali investitori. Dopo aver provocato le dimissioni del ct della nazionale inglese Allardyce, il ciclone si è allargato ad altri allenatori e dirigenti che avrebbero ammesso frequenti pratiche volte ad aggirare le regole della Football Association per la proprietà dei cartellini dei giocatori.

Ora, però, lo scandalo pare si sia allargato anche alle scommesse. Puntualizziamo: il Telegraph non fa riferimenti specifici a squadre o tesserati, ma secondo il racconto di Harry Redknapp, attuale ct della Giordania, il calcio inglese in questi anni non si sarebbe fatto mancare nulla. A due cronisti che si sono finti imprenditori, l’ex tecnico del Tottenham avrebbe rivelato che durante una partita disputata da una sua squadra i suoi giocatori hanno scommesso sull’esito del match a sua insaputa. Alcuni giocatori sarebbero arrivati a puntare fino a 20mila sterline, consigliando anche ad amici di farlo.

I bookmakers pagavano quote alte per quel match, considerato che si trattava dell’ultima giornata di campionato e si attendevano dalla squadra di Redknapp una formazione rimaneggiata e priva di stimoli. La partita fu poi vinta dalla sua squadra e i giocatori, seppe solo dopo la partita, vinsero una cifra importante violando però le regole che vietano ai calciatori di scommettere su partite in cui sono direttamente coinvolti. Redknapp, in qualità di allenatore, avrebbe dovuto da regolamento denunciare, ma ai finti imprenditori avrebbe dichiarato di aver saputo delle scommesse solo dopo il match, e comunque di non essere a conoscenza che fosse vietato dai regolamenti.

Secondo ‘Sky Sport’, ora la FA aprirà un fascicolo su Redknapp, ma prima attende di avere a disposizione le trascrizioni complete dal Telegraph prima di incontrare la polizia di Londra.