‘Ndrangheta: arrestati Sebastiano e Giuseppe Nirta, altri due esecutori materiali della strage di Duisburg

Si può considerare conclusa la ricerca degli esecutori materiali della strage di Duisburg, compiuta nel Ferragosto del 2007 davanti al ristorante “da Bruno”. Sei persone, ritenute affiliate alla cosca Pelle-Vottari, furono uccise in un agguato ideato da Giovanni Strangio (qui il suo profilo), classe 1979, per vendicarsi dell’assassinio della cugina, Maria Strangio, uccisa a San


Si può considerare conclusa la ricerca degli esecutori materiali della strage di Duisburg, compiuta nel Ferragosto del 2007 davanti al ristorante “da Bruno”.

Sei persone, ritenute affiliate alla cosca Pelle-Vottari, furono uccise in un agguato ideato da Giovanni Strangio (qui il suo profilo), classe 1979, per vendicarsi dell’assassinio della cugina, Maria Strangio, uccisa a San Luca il giorno di Natale dell’anno precedente.

Strangio fu arrestato nel marzo scorso ad Amsterdam, mentre ieri una nuova ondata di arresti ha messo la parola fine alla ricerche degli altri responsabili della strage.

Dieci persone, tutte affiliate al clan della ‘ndrangheta Nirta-Strangio – da anni in lotta con i Pelle-Vottari in quella che è nota come la faida di San Luca – sono state arrestate nel corso di un’operazione condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria.

Tra quei dieci ci sono anche Sebastiano Nirta e Giuseppe Nirta, rispettivamente di 39 e 27 anni, ritenuti gli altri due esecutori materiali della strage.

Due ordini di custodia cautelare in carcere anche per due sorelle di Giovanni Strangio, Angela e Teresa, di 30 e 34 anni. La prima è stata arrestata, mentre la seconda risulta ancora latitante. Per entrambe l’accusa è di associazione per delinquere di tipo mafioso.

Come si legge su ReggioTV,

E’ stato il DNA ad incastrare Sebastiano e Giuseppe Nirta […] Gli investigatori sarebbero risaliti, infatti, all’identità dei due grazie alla comparazione dei profili biologici acquisite in modo riservato su alcuni effetti personali degli indagati con quelli accertati sul luogo della mattanza.

Via | Giornale di Calabria

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →