Affari italiani: le Fiamme Oro e gli alloggi della polizia

Il club risponde alle accuse apparse stamani sul Corriere della Sera.

Era apparso stamattina sulle pagine romane del Corriere della Sera e lo avevo ripreso anche sul blog. La polemica tra un sindacato di polizia e i rugbisti delle Fiamme Oro e dell’Accademia di Roma, ora, ha un secondo round. E sono le Fiamme Oro a dire la loro. Ecco il comunicato.

In relazione all’articolo apparso oggi senza firma a pagina 11 dell’edizione locale del “Corriere della Sera”, questa  Società intende rendere noto che le maggiori sigle sindacali della Polizia di Stato hanno preso le distanze da quanto dichiarato dalla sigla CONSAP, ritenendo quanto apparso sulle pagine del quotidiano, una pretestuosa provocazione non basata su dati reali e uscita, guarda  caso, in un momento particolare dell’anno in cui gli iscritti vecchi e nuovi sono chiamati a rinnovare o meno la propria tessera sindacale.

Inoltre, esistendo già la struttura da due anni, questa Società si chiede come mai la presunta situazione di disagio sia uscita fuori solo in un momento in cui, data la promozione nella massima serie della squadra, i riflettori dei media sono particolarmente più forti.

Commenta questa notizia sul FORUM di RUGBY 1823

 

RUGBY 1823 è anche su Facebook

RUGBY 1823 è anche su Twitter