Strage di Erba: Olindo Romano e Rosa Bazzi ricusano i giudici

La scoperta dell’audio in cui Frigerio direbbe “Olindo” agli imputati per la strage di Erba non è andata proprio giù. I legali di Romano e sua moglie hanno presentato un’istanza di ricusazione dei giudici della Corte d’assise per una presunta “anticipazione di giudizio”. L’anticipazione si sarebbe verificata quando i giudici hanno riascoltato il file audio

La scoperta dell’audio in cui Frigerio direbbe “Olindo” agli imputati per la strage di Erba non è andata proprio giù. I legali di Romano e sua moglie hanno presentato un’istanza di ricusazione dei giudici della Corte d’assise per una presunta “anticipazione di giudizio”. L’anticipazione si sarebbe verificata quando i giudici hanno riascoltato il file audio e avrebbero formato così la prova “in modo anomalo”. Questo è quanto si legge su Il Giornale.

Intanto ieri è stata ascoltata in aula la registrazione del colloquio avuto da Frigerio col pm Pizzotti, 4 giorni dopo la strage. I difensori di Olindo Romano e Rosa Bazzi sostenevano che Frigerio aveva dato indicazioni diverse sull’aggressore. Ma nel file audio invece si sente abbastanza bene: “Io l’ho visto, ho capito perché era l’Olindo, l’ho visto benissimo era l’Olindo“. Se le cose stanno così, mi pare ci sia poco da dibattere.

Il processo intanto è stato rinviato al 28 maggio: la Cassazione dovrà decidere sull’istanza di trasferimento ad altra sede. Ora non sono un avvocato e può essere che ci sarà davvero lo spostamento, ma una prova è una prova, no? Se sono colpevoli avranno lo stesso l’ergastolo. E Castagna ammonisce: “Il carcere non sia una suite“.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →