Polizia, Antonio Manganelli ricoverato per emorragia cerebrale

Antonio Manganelli ricoverato d’urgenza in ospedale per un’emorragia cerebrale.

Il capo della Polizia di Stato, Antonio Manganelli, è stato ricoverato d’urgenza, durante le prime ore del pomeriggio, con un’ambulanza, all’Ospedale San Giovanni a Roma. Manganelli è stato colpito da un’emorragia cerebrale che gli ha causato un’ematoma.

Manganelli è stato sottoposto ad un intervento neurochirurgico per rimuovere l’ematoma cerebrale. L’operazione, stando agli ultimi aggiornamenti, ha avuto buon esito. Manganelli, subito dopo l’intervento, è stato trasferito, come la prassi richiede per questo tipo di operazioni, nel reparto di rianimazione del San Giovanni.

In questo momento, la fase post-operatoria di Manganelli è costantemente tenuta sotto osservazione. Per quanto riguarda le condizioni di Manganelli, per ora vige il più assoluto riserbo da parte dei medici. La prognosi, quindi, è riservata.

L’ematoma intracerebrale, rimosso grazie all’operazione che è durata oltre due ore e mezzo, si è formato in seguito alla rottura di un vaso intracranico.

Manganelli, 62 anni, prefetto e funzionario italiano, è a capo della Polizia di Stato da sei anni. Negli anni ’80, quando era il numero 2 del Nucleo Anticrimine della Polizia, ha collaborato anche con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Negli anni ’90, è diventato direttore del Servizio Centrale Operativo e del Servizio Centrale di Protezione dei collaboratori di giustizia. Negli anni 2000, è diventato direttore centrale della Polizia criminale e vicedirettore generale della Pubblica Sicurezza.

E’ stato anche questore di Palermo e di Napoli.

Foto | © Getty Images