Budrio: uccide la moglie e fugge con i figli, poi si costituisce

Bologna: l’omicida, un marocchino di 54 anni, ha preso l’auto, ci ha messo dentro i figli, di 4 e 2 anni, è si è allontanato dall’appartamento del delitto. Poi intorno a mezzanotte si è consegnato ai carabinieri.

di remar

Ha ucciso la moglie accoltellandola a morte, poi ha preso i due figli piccoli ed è fuggito prima di avere un sussulto di rimorso a fare marcia indietro. È accaduto ieri sera a Budrio, nel bolognese, dove un marocchino di 54 anni in seguito a un litigio in casa, per motivi tutti da chiarire, ha perso la testa e ha tolto la vita alla moglie, anche lei marocchina, di 31 anni.

Subito dopo l’omicida ha preso l’auto, ci ha messo dentro i figli, di quattro e due anni, è si è allontanato dall’appartamento di via Frati Cappuccini, teatro dell’ennesimo femminicidio. I carabinieri si sono messi subito sulle tracce dell’uomo che nel frattempo aveva lasciato figli a casa della madre, in un Comune vicino, per andarsi a costituire. Intorno a mezzanotte dopo aver vagato sotto la nevicata che ieri ha interessato la pianura bolognese, il 54enne si è consegnato presso la stazione dei carabinieri di Budrio.

L’uomo secondo i primi accertamenti viveva con dei lavori saltuari e anche la moglie non era occupata. Le indagini sono condotte dai militari dell’Arma, coordinati da pm di turno della Procura di Bologna, che ora devono ricostruire le esatte modalità del delitto e il movente di un’altra tragedia consumatasi tra le mura domestiche. Nell’appartamento sono al lavoro gli uomini della sezione investigazione scientifiche.

Foto © Getty Images