Salerno: fermati i presunti assassini della tabaccaia Gaetana Spinosa

Sono stati arrestati questa notte i due pregiudicati ritenuti responsabili dell’omicidio della tabaccaia edicolante 80enne Gaetana Spinosa, rapinata, uccisa e bruciata ieri a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno. La rapina è avvenuta nella tarda mattinata di ieri: i due pregiudicati sono entati nel locale, hanno rubato 500 euro e qualche stecca di sigarette, ucciso


Sono stati arrestati questa notte i due pregiudicati ritenuti responsabili dell’omicidio della tabaccaia edicolante 80enne Gaetana Spinosa, rapinata, uccisa e bruciata ieri a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno.

La rapina è avvenuta nella tarda mattinata di ieri: i due pregiudicati sono entati nel locale, hanno rubato 500 euro e qualche stecca di sigarette, ucciso la donna e dato fuoco al tutto.

Si legge su Il Giornale:

solo l’intervento dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme distruggessero tutto. Il cadavere della donna, riverso sul pavimento, presentava una vasta ferita alla testa ed ustioni sul volto. Nel locale è stata trovata una bottiglia con liquido infiammabile.


Rapidissime le indagini delle autorità: già in tarda serata i due presunti assassini sono stati rintracciati. Nella loro abitazione, nascosta in una lavatrice, è stata rinvenuta la refurtiva insieme a vestiti sporchi di sangue e otto dosi di cocaina.

I due, la cui identità non è ancora stata diffusa, dovranno rispondere alle accuse di omicidio, rapina pluriaggravata, vilipendio di cadavere e incendio doloso in concorso.

Via | Barimia