Roma, omicidio: il 23enne Alessandro Labozzetta accoltellato a morte

L’aggressione nel quartiere Ostiense. Labozzetta è stato soccorso e trasportato all’ospedale San Camillo ma per lui non c’è stato nulla da fare. Fermato un coetaneo.

di remar

14.50 – Anche la ragazza del presunto omicida di Labozzetta è stata fermata. In queste ore i fidanzati, entrambi sui 20 anni, sono in procura a Roma davanti a inquirenti e investigatori. Omicidio la scorsa notte a Roma, nel quartiere Ostiense, dove un ragazzo di 23 anni, Alessandro Labozzetta, è stato accoltellato a morte nella nella zona dei locali della movida della Capitale. Il personale del 118 allertato intorno alle 2.00 con una telefonata si è precipitato in via Libetta.

La vittima dell’aggressione a colpi di arma bianca è stata soccorsa e trasportata all’ospedale San Camillo ma per non c’è stato nulla da fare: il giovane è deceduto poco dopo il ricovero a causa delle ferite riportate. I carabinieri si sono messi sulle tracce dell’accoltellatore e hanno individuato, grazie anche a diverse testimonianze, il presunto colpevole. Si tratta di un coetaneo di Labozzetta, forse un conoscente o addirittura un amico.

Secondo una prima ricostruzione dei militari dell’Arma della compagnia Eur il 23enne, già noto alle forze dell’ordine, sarebbe stato ucciso a seguito di una lite scoppiata per futili motivi dentro un locale. Labozzetta è stato raggiunto da due fendenti all’addome. Il ragazzo fermato, anche lui romano, è ancora sotto interrogatorio.

Foto © Getty Images