Daniel Ignacio, il piromane di Brooklyn uccide per Satana

Il New York Post non ci va leggero, e lo chiama “demonic sicko“, qualcosa come “satanista psicopatico”, e non è che abbiano tutti i torti: Daniel Ignacio ha infatti appiccato un incendio, in quel di Brooklyn, che è costato la vita a cinque persone. Spiegazione? “E’ stato Satana a chiedermi di farlo”. Tutto chiaro… vediamo

Il New York Post non ci va leggero, e lo chiama “demonic sicko“, qualcosa come “satanista psicopatico”, e non è che abbiano tutti i torti: Daniel Ignacio ha infatti appiccato un incendio, in quel di Brooklyn, che è costato la vita a cinque persone. Spiegazione? “E’ stato Satana a chiedermi di farlo”. Tutto chiaro… vediamo come sono andate le cose.

Sempre al Post, Ignacio ha spiegato che quella notte meditava il suicidio dopo un paio di bottiglie di vodka: poi ci avrebbe ripensato, e dopo essersi affacciato al balcone, avrebbe lanciato una sigaretta accesa su una pila di tappeti, per sbaglio. Balle, perché questo è quanto racconta al giornale: secondo la polizia, ha deliberatamente intriso un rotolo di carta igienica in solvente per vernici, per poi buttarlo giù dalla tromba delle scale.

In mezzo a tutto questo, la confusione dei giorni immediatamente successivi alla tragedia, quando Ignacio veniva osannato come un eroe per aver portato in salvo una bambina del palazzo in fiamme. Peccato che a quanto pare, le avesse appiccate lui, almeno a quanto si vede in un video di una telecamera di sorveglianza. Ora si trova al Bellevue Hospital Prison Ward.

Via | New York Post