Affari italiani: Luciano Benetton chiede spiegazioni a Gavazzi

Il numero 1 veneto parla di affermazioni lesive e diffamanti da parte del neopresidente federale.

Hanno dato fastidio le prime parole di Alfredo Gavazzi come presidente Fir. L’attacco agli avversari, quei “metodi leciti e poco leciti” e il chiaro riferimento al Benetton Rugby non sono piaciute, anzi. E in campo è sceso addirittura Luciano Benetton, una persona che difficilmente si lascia andare a commenti, ma che ha voluto affidare al Gazzettino il suo pensiero.

Una lettera aperta in cui il patron della squadra veneta chiede spiegazioni. Eccola.

Gentile Direttore, leggo oggi sul Gazzettino nell’articolo che riguarda la nomina del nuovo presidente della Federazione Rugby le dichiarazioni molto gravi che Gavazzi ha fatto a proposito della Benetton Rugby, utilizzando metodi diffamatori così anomali per uno sportivo eletto con il 55 per cento di preferenze. Per non partire con il piede sbagliato chiedo a Gavazzi di chiarire con la Società Benetton Rugby e con me personalmente, sponsor e grande appassionato di Rugby, cosa intende quando parla di metodi leciti e meno leciti che sarebbero stati usati dalla nostra Società. Considero che queste parole, gravemente lesive non solo per il Benetton Rugby ma per lo sport in generale, vadano chiarite con la massima trasparenza e precisione prima di qualunque passo organizzativo. Ringraziandola per l’attenzione la saluto cordialmente. 

Luciano Benetton

Link utili:
Elezioni federali: l’annuncio della vittoria di Gavazzi

Elezioni federali: ecco i consiglieri eletti

Elezioni federali: le prime parole di Gavazzi

Commenta questa notizia sul FORUM di RUGBY 1823

 

RUGBY 1823 è anche su Facebook

RUGBY 1823 è anche su Twitter